Futura Evolution Palestra e Piscina a Città della Pieve

CONTRIBUTI PER GIOVANI E SPORT

La Giunta regionale dell’Umbria ha approvato i criteri per l’avviso pubblico per la concessione alle famiglie umbre di contributi a fondo perduto a sostegno totale o parziale dei costi per l’attività sportiva dilettantistica dei figli nati tra il primo gennaio 2004 ed il 31 dicembre 2015.

L’obiettivo della misura è di supportare l’accesso delle famiglie a servizi che favoriscono la conciliazione vita-lavoro e di ampliare le opportunità di aggregazione e socializzazione di bambini e ragazzi divenute di particolare importanza a seguito delle limitazioni dovute per lungo tempo dalla pandemia. Il contributo previsto dalla Regione Umbria potrà concorrere ad agevolare il ritorno alla normalità anche in ambito sportivo.  

I requisiti per richiedere il contributo

L’intervento, per il quale è prevista una dotazione finanziaria di oltre 2 milioni di euro, è rivolto ai nuclei familiari con ISEE inferiore o pari a 15 mila Euro i cui figli sono iscritti, nel periodo settembre 2021 – giugno 2022, ad una associazione o società sportiva dilettantistica iscritta al registro del CONI e del CIP.

Il contributo può essere richiesto per i figli nati tra il primo gennaio 2004 ed il 31 dicembre 2015.

Secondo il provvedimento è previsto un contributo massimo concedibile per ogni figlio di 300 euro.

Come richiedere il contributo

La richiesta va presentata entro il 30 dicembre 2021.

Basta presentare la documentazione delle spese sostenute per ricevere il contributo.

La domanda va effettuata online sul sito: https://serviziinrete.regione.umbria.it

Le famiglie con più figli dovranno presentare un’unica domanda che include le richieste di contributo per ciascuno dei figli che partecipano all’attività sportiva.

La liquidazione del beneficio avverrà dietro presentazione della documentazione delle spese sostenute, che potrà essere presentata a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione della graduatoria degli aventi diritto e fino al 31 luglio 2022, in unica soluzione e fino a concorrenza del contributo concesso.